Agcom: “Dati di crescita nelle telecomunicazioni”

Nel settore delle telecomunicazioni, secondo AGCOM, gli introiti per i gestori di reti e gli operatori sono arrivati a 1,34 miliardi

0
235
Agcom
Agcom

Nel settore delle telecomunicazioni, secondo AGCOM, gli introiti per i gestori di reti e gli operatori sono arrivati a 1,34 miliardi

AGCOM ha fatto sapere che nell’arco di tempo compreso tra il 2014 ed il 2018 c’è stata una crescita dei principali gestori di rete mobile che ha sfiorato una medio annuo dello 0.8 per cento. In 5 anni, il settore di gestione di infrastrutture di reti degli operatori stessi dei telefoni ha avuto una crescita esponenziale. La percentuale è stata dello 0,8% nel quinquennio, mentre invece solo nel 2018 si è registrata una crescita dello 0,3%. Gli introiti lordi sono arrivati a 1, 34 miliardi di euro. La metà è rappresentata solo dei ricavi di El Towers e Inwit. Questi due vettori sono quelli che hanno il peso più importante nel settore

AGCOM: “Introiti da capogiro nel settore della telecomunicazione”

Secondo lo studio di AGCOM, i ricavi nel 2014 erano al 35% in totale, solo per queste due vettori che si occupano del campo. Facendo riferimento ai bilanci nel quinquennio compreso tra il 2014 e il 2018, è emerso che la crescita è davvero esponenziale con un picco del 38% nel 2017. Parliamo di un settore che è riuscito a crescere a dismisura e che probabilmente crescerà ancora nel corso dei prossimi anni.

I dettagli del settore telecomunicazioni

Gli introiti secondo la stima di AGCOM sono stati di 1,34 miliardi di euro. Inoltre però, il comparto delle telecomunicazioni mostra anche un rapporto tra attività complessive e mezzi propri, molto alto ovvero pari al 69,8%. Nel 2018 questo stesso rapporto è arrivato al 73,3%. In generale, parliamo di un mercato che vale circa 290 milioni di euro. È evidente che nel corso dei prossimi anni, i guadagni potrebbero continuare a crescere a dismisura visto il boom di questo ambito. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here