Arsenale scoperto e sequestrato a Catania: l’inchiesta

Operazione della Guardia di Finanza a Catania ha scoperto e sequestrato un arsenale nascosto vicino al noto lido Le Capannine

0
469
Arsenale
Arsenale

Operazione della Guardia di Finanza a Catania ha scoperto e sequestrato un arsenale

La Guardia di Finanza di Catania scopre e sequestra un arsenale nascosto, praticamente sotto terra. I militari hanno trovato 24 pistole e fucili in serbatoi che si trovano sotterrati vicino ad un lido balneare. In pratica, un’operazione molto importante che ha messo a segno il sequestro togliendo le armi alla criminalità organizzata. A mettere a segno il sequestro, i militari del nucleo Pef della Guardia di Finanza di Catania. Le armi erano nascoste nel terreno adiacente al Lido Le capannine proprio sulla Playa catanese. I militari hanno trovato 6 fucili tra cui quelli a pompa, doppietta, a canne mozze e semiautomatici. Inoltre, la Guardia di Finanza ha scoperto la mitragliatrice, 24 pistole di modelli differenti, 3000 cartucce di vario calibro, un kalashnikov e altre munizioni da guerra. Alcune armi sono molto simile a quello utilizzato dalle forze di polizia.

Il sequestro e la scoperta dell’arsenale a Catania

A Catania, la Guardia di Finanza ha scoperto un arsenale che probabilmente andava a rifornire la malavita. I militari hanno sequestrato il materiale di armamento vario nonché anche i caricatori di munizioni, cinturoni, fondine e kit per la pulizia delle armi. Tutte queste armi avevano la matricola abrasa. Infatti, i militari di concerto con la Procura Distrettuale di Catania hanno avviato un’inchiesta per cercare di capire a chi appartenevano le armi. Inoltre, si vuole anche identificare il traffico che ha permesso di avere tutto questo armamento in Sicilia.

L’inchiesta della Procura di Catania

Dopo la scoperta dell’arsenale, la Procura di Catania, lavora proprio per capire da dove vengono queste armi. Il fatto che ci sia la matricola abrasa, ovviamente è molto difficile trovare l’origine di questo armamento. Quello che è certo, è che adesso i militari sono al lavoro anche per catalogare tutto quello che è stato rinvenuto nei pressi del Lido Le capannine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here