Buone pratiche da seguire per un futuro migliore

Buone pratiche da mantenere in casa per migliorare le condizioni del nostro pianeta

0
495
Buone pratiche
Buone pratiche Riconoscimento editoriale: Serramenti in legno

Buone pratiche, ottima condotta, ecco come dare un contributo all’ecosostenibilità

Buone pratiche e buona condotta, un binomio forte che può cambiare le sorti del nostro pianeta. Le aziende possono fare tanto ma il contributo migliore, quello che garantisce i migliori risultati sarà sicuramente quello dei cittadini. I cittadini dovrebbero, in teoria, fare maggiore attenzione a quelli che sono i propri comportamenti che possono danneggiare o fare del bene al mondo che ci circonda.

Rispettare adesso la natura consentirà di lasciarla ai futuri figli, nipoti e di poterne usufruire proprio come noi abbiamo fatto fino ad ora. Ecco perchè sono nati gruppi e associazioni, che si impegnano con piccole azioni si è vero, banali ma fondamentali, a ridurre l’inquinamento.

Buone pratiche per un futuro green, questo è l’obiettivo principale delle aziende

Buone pratiche per raggiungere l’obiettivo principale ovvero rendere tutto più “Green”. Si parte per esempio dalla trasformazione di una raffineria convenzionale in bioraffineria. In seguito a proposito di ciò verrà fatto anche un investimento da 60 milionici di euro per un nuovo impianto industriale che trasformerà tutto ciò che di organo c’è nei rifiuti solidi urbani in bio olio e bio metano.

Ecco che parte l’accordo tra Eni, Toyota, Comune di Venezia e Città Metropolitana per la realizzazione di una stazione di rifornimento a idrogeno.

Come comportarsi in casa? Ecco alcuni consigli pratici

Mentre le regole che possiamo mettere tutti in pratica direttamente a casa propria partono dal semplice gesto del lavare i piatti. Piuttosto che utilizzare la lavastoviglie, perchè non lavarli a mano? Risparmio di energia elettrica e consumi, risparmio di tempo e probabilmente anche risultati migliori.

In questo caso la riduzione del consumo di acqua sarà del 50% mentre quello dell’energia elettrica sarà del 28%. Il potenziale di risparmio è comunque legato alle dimensioni dell’elettrodomestico.

Le lavatrici, come utilizzarle? Lavare a 60, 40, 90 gradi non garantisce un risultato qualitativamente migliore. Utilizzare tanto detersivo non vuol dire che i panni saranno più puliti, vuol dire invece che servirà più acqua e più tempo.

Il forno, preriscaldare il forno è corretto ma per qualche minuto e non per tutte le pietanze, quindi ridurre i tempi e non preriscaldare quando non serve sarà la soluzione migliore. Come illuminare casa? Con lampadine a LED che sono di gran lunga migliori ed illuminano maggiormente.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here