Fitness in gravidanza, ecco alcune regole per farlo bene

Il fitness in gravidanza può essere una buona idea se fatto seguendo però determinati tipi di regole. Ecco alcuni consigli preziosi

0
433
Fitness in gravidanza
Fitness in gravidanza

Il fitness in gravidanza può essere una buona idea se fatto seguendo però determinati tipi di regole

Il fitness in gravidanza molto spesso, viene visto in maniera negativa. In realtà, però se viene fatto seguendo delle regole specifiche, può essere un’ottima idea così da dare alla madre l’occasione di sentirsi meglio con se stessa. Di certo, sono sconsigliate le pratiche pesanti ma, un po’ di attività fisica può giovare all’organismo della madre e anche al nascituro. Bisogna però tener conto di quelli che sono i cambiamenti del corpo perché si altera la postura, cambia anche un po’ il peso con torace che si eleva da punto di vista del diaframma e lateralmente. La donna consuma ossigeno per il 25% in più e anche la frequenza respiratoria aumenta, così come il volume del sangue.

Consigli per il fitness in gravidanza

Prima di decidere che praticare fitness in gravidanza è sempre bene rivolgersi al medico e chiedere se è il caso di procedere. Una volta chiesto al medico è bene fare esercizi senza carico oppure con un carico molto modesto. Sono consigliabili acquagym, yoga e cyclette ma è ancora meglio se si fanno esercizi a corpo libero. Per ridurre la lordosi lombare è consigliabile fare allungamenti sulla bassa schiena e in più, non fare lavori troppo intensi. Ogni esercizio va eseguito molto lentamente e poi bisogna bere regolarmente, dopo e prima l’esercizio, in modo tale da evitare qualunque tipo di disidratazione.

Cosa evitare in un allenamento in gravidanza

Durante l’allenamento in gravidanza è assolutamente da evitare qualunque sforzo fisico eccessivo. Infatti, il fitness in gravidanza è consigliato ma soltanto in maniera molto modesta e con cautela. Il consiglio medico è fondamentale, ma l’allenamento non deve essere eccessivo altrimenti si corre il rischio di poter creare dei danni ai bambini. Quando si inizia a questo tipo di attività bisogna anche controllare di conseguenza la nutrizione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here