Furto di segreti commerciali: le accuse da NY a Huawei

Furto di segreti commerciali, Huawei riceve delle accuse molto gravi da parte della procura di New York

0
237
Furto di segreti commerciali
Furto di segreti commerciali

Furto di segreti commerciali, Huawei riceve delle accuse molto gravi da parte della procura di New York

Il colosso cinese delle telecomunicazioni, riceve un’ulteriore accusa da parte del procuratore Federale di New York. Si parla di furto di segreti commerciali, un problema di non poco conto. Tale questione potrebbe far scattare l’ennesimo caso tra Cina e America. Infatti, il procuratore Federale di Brooklyn, ha detto che la società in pratica, è stata aiutata dalla criminalità organizzata. Ha spiegato che Huawei ha messo in campo un vero e proprio sistema criminale in questo senso. Sul Wall Street Journal, la notizia subito è trapelata.

Il frutto di segreti commerciali, le dure accuse

Il procuratore Federale di Brooklyn a New York ha parlato di criminalità organizzata e del furto di segreti commerciali agli Stati Uniti d’America. In pratica, Huawei che da almeno un decennio svolge attività nel mondo del settore della comunicazione, questa volta dovrà affrontare una dura inchiesta. Sembra che la procura federale stia lavorando all’attività di indagine da diversi anni. L’obiettivo è cercare di capire se l’azienda si sia servita di documenti che in realtà non poteva avere.

Alcuni dettagli sulle inchiesta a New York

L’inchiesta New York è stata molto minuziosa e il procuratore Federale di Brooklyn, anche se non ha rilasciato delle interviste, in realtà sembra si sia concentrato su una serie di caratteristiche dei furto di segreti commerciali. Nel mirino di Huawei da almeno 10 anni ci sarebbero 6 aziende americane che sono state vittime della violazione dei diritti di Protezione della proprietà intellettuale. L’obiettivo, secondo il procuratore generale è quello di rafforzare il business globale da parte di Huawei che quindi avrebbe deciso di mettere in campo armi legittime e non, con questo fine. Adesso la procura è pronta a fare la sua incriminazione ufficiale in Aula.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here