Italia zona rossa, no agli spostamenti: ecco come cambia la vita

0
226

Italia pronta ad affrontare l’emergenza, ecco come

Italia in situazione di emergenza:s la penisola si prepara ad affrontare il peggio con delle nuove misure tutelative e restrittive che cambiano la vita degli italiani. Se fino ad ora il governo aveva stabilito delle misure severe soltanto per il Nord maggiormente interessato dal focolaio del coronavirus, adesso ad essere interessata è tutta la penisola. Si era chiesto agli italiani di mantenere la calma ed evitare di frequentare luoghi affollati, rimanendo più possibile a casa. Ma si è arrivati alla conclusione che probabilmente questo era chiedere troppo. La dimostrazione arriva dai fatti di Milano, treni presi d’assalto da Meridionali in fuga, stretti stretti gli uni con gli altri. E dopo questo triste episodio l’aumento dei casi sospetti anche al sud.

Italia, divieti e restrizioni dopo i fatti di Milano

L’Italia oggi vede una popolazione costretta a rimanere a casa, obbligata a spostarsi solo per lavoro con certificazioni o per motivi di salute da una città all’altra. Si potrà uscire da casa soltanto per fare la spesa, andare in farmacia, fare una passeggiata rapida all’aperto. Il tutto ovviamente tenendo sotto osservazione le regole iniziali ovvero mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone, evitare di salutare con il bacio o la stretta di mano, nessun contatto diretto insomma.

Scuole chiuse fino al 4 aprile, ulteriori decisioni rimandate a data da destinarsi

Con il decreto emanato ieri è stato stabilito che le scuole rimarranno chiuse fino a giorno 4 aprile, la decisione per quanto riguarda il periodo successivo verrà presa nei prossimi giorni dopo aver avuto modo di vedere come le cose si evolveranno. Ma perché il governo ha capito che sarebbe stato il caso di imporre dure leggi come queste? Perché i casi stanno aumentando sia per quanto riguarda i decessi, sia per quanto riguarda i ricoveri. I nostri ospedali non sono più in grado di ospitare malati soprattutto nel reparto di terapia intensiva. Bisognava mettere dei paletti per evitare di sfiorare la tragedia e dover scegliere chi salvare tra un paziente giovane o un paziente anziano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here