Matteo Berrettini, per lui esordio amaro alle Atp Finals di Londra

Matteo Berrettini un grande campione sconfitto dal secondo al mondo

0
458
Matteo Berrettini
Matteo Berrettini Riconoscimento editoriale: Ubitennis

Matteo Berrettini, primo italiano presente al torneo fuori giri

Matteo Berrettini ha partecipato alle Atp Finals di Londra ma il suo esordio non è andato come ci si aspettava o comunque come si sperava. Il tennista romano, primo italiano a rimettere piede nel torneo riservato ai migliori 8 del mondo dopo 41 anni, ha deluso non poco. Ci si aspettava sicuramente un risultato migliore, magari non addirittura la vittoria ma qualcosa di meglio, magari un punteggio che gli avrebbe potuto dare giustizia. Ed invece non è così che è andata.

Non possiamo tralasciare comunque un dettaglio importante ovvero che il ragazzo ha giocato contro il n. 2, niente di meno che Novak Djokovic tra i migliori di tutto il mondo. Ha lottato tanto ma poi ha dovuto cedere per 6-2, 6-1. Il gioco è durato circa 1h e 3′ ed il tennista ha proprio dimostrato di essere andato completamente fuori giri.

Matteo Berrettini un grande inizio ed un finale deludente

Matteo Berrettini ha provato in tutti i modi a tenere testa all’avversario ma non c’è affatto riuscito e così ha finito per commettere troppi errori non forzati. Fino al 2-2, tutto bene. Si è aggrappato davvero a tutto, non possiamo negare abbia combattuto, lo ha fatto fino all’ultimo.

Il tutto soprattutto alla prima di servizio ma poi, quando ha perso il suo turno di battuta, durante il 6° game, le cose sono andate molto male a causa di un dritto messo in rete a campo aperto.

Una triste fine dopo tanta lotta

Si è fatto travolgere e così ha incassato un brutto 8-0 (6-2, 4-0). Djokovic, a questo punto, si è rilassato tantissimo, ha preso coraggio e soprattutto tanta forza, si è addirittura permesso tante distrazioni che nonostante tutto lo hanno condotto alla vittoria.

Era così che doveva andare forse, ma il problema principale adesso non rimane che la strada verso le semifinali, che purtroppo diventa sempre più difficile ed in salita. Sì perchè Matteo deve vincere contro Thiem e Federer che, alle 21, chiuderanno la prima giornata del gruppo Borg.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here