No ai deepfake, il nuovo diktat di Facebook

No ai deepfake, Facebook decide di mettere a bando e chiude il discorso tutto questa tecnica che potrebbe essere davvero molto rischiosa e generare delle fake news

0
497
no ai deepfake
no ai deepfake

No ai deepfake, Facebook decide di mettere a bando e chiude il discorso tutto questa tecnica che potrebbe essere davvero molto rischiosa e generare delle fake news

A dire no ai deepfake è stato Mark Zuckerberg con la sua compagnia. L’uomo aveva già messo in campo qualche tempo fa il Deepfake Detention Challenge, ovvero un progetto fatto insieme ad Amazon e Microsoft per eliminare video, format e contenuti che sono stati manipolati con lo scopo di ingannare il pubblico. Pur preservando la satira e le parodie, Facebook ha voluto bannare questo sistema dell’intelligenza artificiale che crea video sovrapponendo due volti, in modo da scambiare l’identità. Con questa tecnica si consentirà ad un politico di dire delle frasi che in realtà, non ha mai detto o ancor peggio.

No ai deepfake, l’annuncio

Nei giorni scorsi la compagnia Facebook ha annunciato che dirà a gran voce no ai deepfake . L’annuncio è arrivato nel momento in cui social network sono richiamati a ripulire le piattaforme dalle fake news e da una serie di contenuti ingannevoli. Questa necessità si è fatta ancora più forte soprattutto con l’arrivo delle elezioni americane della fine del 2020. Il vicepresidente della Global Policy Management Monika Bickert ha specificato in un post anche pubblicato su Facebook, che rimuoverà i contenuti modificati. Lo scopo è cercare che di ripulire questa piattaforma dalla presenza di contenuti ingannevoli.

Gli strumenti per eliminare i video ingannevoli

Monica Birket aveva detto che questi elementi rappresentano una sfida molto significativa. E’ bene il fatto che Facebook l’abbia messa in campo con una serie di 50 Partner mondiali in 40 lingue differenti, sarà sicuramente uno spunto prezioso. Il social si è anche alleato con Reuters per far fare ai giornalisti un corso per riconoscere questi video e cercare di evitarli senza cadere in inganno, in modo da debellare una volta e per tutto le fake news e dire no ai deepfake.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here