Test per il coronavirus, si potenzia la diagnostica

Test per il coronavirus, pronto l'esperimento diagnostico messo a punto dall'università di Padova

0
405
Test per il coronavirus
Test per il coronavirus

Test per il coronavirus, pronto l’esperimento diagnostico messo a punto dall’università di Padova

L’università di Padova ha messo in funzione il test per il coronavirus per riuscire ad ottenere una diagnosi. I medici italiani hanno creato il test che serve per cercare di capire se è presente il coronavirus. In pratica, questo testo deve rispondere alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ed è stato realizzato in Italia. Gli scienziati del laboratorio di virologia dell’università di Padova nell’ambito della rete di laboratori europei Envid hanno realizzato il test. Gli scienziati sono specializzati nei virus da importazione, come per esempio, quello Dengue oppure la febbre del Nilo occidentale.

Il test per il coronavirus, l’applicazione

Il test per il coronavirus arriva al laboratorio di Padova che lo ha messo in campo applicando la procedura pubblicata da Christian Drosten dell’Istituto virologia dell’università di Berlino. Grazie all’utilizzo di nuove sequenze del coronavirus dalle banche dati internazionali, è stato possibile realizzare una prova che è molto sensibile e permette di capire subito se è presente la patologia oppure no. Uno dei problemi principali di questo virus cinese, infatti è quello di non riuscire ad essere identificato subito, ma manifestarsi solo quando i sintomi sono molto avanti.

I dubbi sulla nascita del virus

Mentre anche in Europa arriva il test per il coronavirus, intanto ci sono tanti dubbi sulla nascita di questo virus. Infatti ancora oggi, vi è un mistero da parte degli scienziati capire in che modo si sia trasmesso agli esseri umani. Quello che è certo, però è che c’è una psicosi diffusa che si sta ancora oggi diffondendo. In queste ore, arrivano nuove armi per prevenire il virus mentre ancora, si cerca di capire la trasmissione asintomatica. Si deve capire come tenerla a bada! In merito all’origine del virus, non c’è ancora nessuna risposta ufficiale tant’è che si parla di giallo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here